Come togliere la titta – la fine dell’allattamento

parenting-advice

Parliamoci chiaro, sono d’accordo con l’allattamento prolungato a richiesta. Credo che ogni mamma debba seguire il suo istinto.
Però caro internet utenti e moralisti compresi, quando arrivo a cercare disperatamente su google le indicazioni per togliere la titta, voglio trovare le stramaledette indicazioni, o almeno un racconto su un successo simile.

“Pensaci bene, pondera la decisione” eh no sono io così frivola, mi sono svegliata con la voglia di smettere di allattare perché il sole splende e ho voglia di gelato agli asparagi.

“Perché toglierla, prima o poi smetterà da solo” sentite oh, avrò 1. i miei buoni motivi 2. che non sono compatibili con lo “Smetto quando voglio” quindi i fatti vostri per piacere e circolare.

“Devi essere decisa!” Hahaha haha ha ha ok ho deciso… Ora?

“Non dagliela e basta. Piangerà un po’ e poi smetterà” Smetterà cosa? Quando? Vale lo stesso discorso di “Smetto quando voglio” purtroppo non sono compatibile con le 24 ore di pianto isterico, non so, sarà l’istinto materno!

Questi più o meno sono i “consigli” che si trovano chiedendo in giro, nei forum o anche negli articoli, perciò eccovi il mio racconto di com’è andata e qual è l’unica (UNICA) cosa che aiuta a far togliere la titta.

Story namber uan! Il bimbo già si addormenta in braccio alla mamma senza la titta ma solo durante il giorno.

Il problema della mia amica era nel fatto di dover cominciare una cura medica, incompatibile con l’allattamento. Il suo cucciolino già si facceva cullare in braccio per addormentarsi perciò il suo compito e la sua sfida sono state superare il proprio dispiacere e ridurre le poppate sostituendole con il latte in biberon e le coccole.

In poco tempo dunque, un po’ lei, un po’ con l’aiuto del papà sono riusciti a far stare il cucciolo anche senza la titta. Voilà!

Funziona se 1. il bimbo si addormenta anche senza titta 2. Il bimbo prende il biberon

Story namber tiu! Maglioni, Cerotti, Insistere tanto tanto

L’altra mia amica per levare la titta, disse di aver utilizzato delle tecniche miste. Dal mettersi roba non buona sui capezzoli, all’incerottarli. Infine metteva la bimba a letto indossando un maglione per non farla arrivare “scavando” e non farle sentire l’odore.

Funzionò con un po’ di insistenza.

Funziona se 1. Sei a casa, hai il marito che sta spesso a casa e quindi recuperi il sonno perduto prima o poi.

Ed eccoci alla Story namber frii! Il vero metodo che funziona!

La storia è mia. Con le dovute velocissime premesse: la bimba non prende il biberon, non si addormenta con me senza titta, il papà lavora la sera quindi non può aiutare.

Apparentemente la mia era una via senza uscita. Un giro sull’autobus senza le fermate.

Però in mio aiuto è arrivata la TRASFERTA di lavoro constrigedoci a chiamare I NONNI per badare alla piccola.

Ho iniziato con la riduzione delle poppate a richiesta, sostituendole con la merenda. Poi prima di partire per i due giorni consecutivi abbiamo affidato la nanna a pranzo ai Nonni (al nido andava già a dormire senza di me, ma il periodo casualmente fu la vacanza di Natale) e infine, l’ultima poppata, l’ultima ninna dopo la quale non sarei andata da lei perchè alle 5 dovevo andare all’aeroporto e così avrei ridotto ancora di più lo stimolo che mi sarebbe mancato per i prossimi cinque giorni (alla fine ho dovuto comunque fare un po’ di spremuta manuale ma ne è valsa la pena).

All’una e mezza di notte era isterica! E io piangevo sentendo i nonni che la cullano disperata.

Insomma, la soluzione si è risolta al meglio quando…. è arrivato papà. E ha preso per questi 5 giorni il posto affettivo della mamma.

La grande difficoltà fu di non darle la titta al rientro, se la sarebbe aspettata ovviamente.

Dopo tante coccole, prima della nanna ecco le urla e pianti isterici…. Il chiamare continuo di Mamma, poi…. infine la richiesta di Latte….

Biberon e nanna!

Dopo solo due notti di strazio (la seconda notte devo ammetterlo, ho ceduto per un secondo e ho dato la titta, ma non uscendo niente non mi era nata nemmeno la stessa sensazione di legame di prima, perciò l’ho subito levata, ho portato la pupa in cucina a distrarsi e l’ho fatta dormire più tardi con il biberon!

Quindi qual è il metodo qui che ha funzionato?

Funziona solo se: Vi aiuta papà a metterli a dormire e voi intanto non siete proprio a casa, quindi, organizzate serate con amiche, andate al cinema o fatevi un viaggio breve. 

Se pensate che questo racconto possa esservi d’aiuto lasciatemi un commento, condividetelo e continuate a seguirmi….

Uataaaaaa

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...